Skip to content Skip to footer

Cappella di San Severo


La Cappella di San Severo, situata nel cuore del centro storico di Napoli, è uno dei luoghi più straordinari dal punto di vista artistico e culturale della città. La cappella è comunemente nota anche come la “Cappella Sansevero”. È dedicata a San Severo, ma è più nota per ospitare una delle sculture più straordinarie e misteriose del mondo, il “Cristo Velato” di Giuseppe Sanmartino.

Ecco alcune informazioni chiave sulla Cappella di San Severo:

  1. Cristo Velato: La principale attrazione della cappella è la scultura del “Cristo Velato” di Giuseppe Sanmartino, realizzata nel 1753. Questa opera d’arte rappresenta il corpo di Cristo coperto da un velo, e l’abilità tecnica e l’espressione artistica del velo trasparente che sembra coprire il corpo sono straordinarie.
  2. Capodimonte Cristo Nero: Accanto al “Cristo Velato”, c’è un’altra statua di Gesù, conosciuta come il “Capodimonte Cristo Nero”. È un’opera del XVII secolo scolpita in legno di ebano e di notevole bellezza.
  3. Museo e Cripta: La Cappella di San Severo funge anche da museo, ospitando una varietà di opere d’arte, tra cui dipinti e sculture. Nella cripta della cappella, sono sepolti membri della famiglia Sansevero, che contribuirono alla realizzazione della cappella.
  4. Esoterismo e mistero: La cappella è circondata da leggende e misteri, alcuni dei quali potrebbero essere legati a credenze esoteriche e massoniche dell’epoca. Ad esempio, è stato suggerito che il velo sul “Cristo Velato” è talmente realistico che ha portato a teorie sulla possibilità di un trattamento chimico per rendere il marmo così trasparente.

La Cappella di San Severo è una destinazione imperdibile per gli amanti dell’arte e della storia che visitano Napoli. Tuttavia, è consigliabile verificare gli orari di apertura prima di pianificare la visita, poiché potrebbero variare.

https://youtu.be/EEtOIz5Zdxc?si=0Ka6O45sUeNU7T03